Diòspero

Museo d'Inverno chiede agli artisti invitati di interpretare e progettare un dettaglio funzionale e site specific da inserire in modo permanente nell'architettura del museo, con l’ambizione così di completarlo un giorno e trasformarlo da contenitore a contenuto; arricchendolo in questo modo anche di una collezione permanente. La targa in ottone d’ingresso del museo, ad esempio, è stata progettata in forma di multiplo da Maurizio Nannucci in occasione della mostra inaugurale del museo a febbraio 2016; la project room in realtà aumentata invece è il contributo di Miltos Manetas: dopo la sua mostra al museo, nel maggio del 2016, è ancora oggi il curatore di questo spazio virtuale.